Migliorare gli appetiti sessuali. Uno studio a supporto di alcuni afrodisiaci naturali


I veri afrodisiaci naturali

Migliorare gli appetiti sessuali. Uno studio a supporto di alcuni afrodisiaci naturali

i veri afrodisiaci naturali

Migliorare i rapporti sessuali con sostanze afrodisiache. L’uomo tenta di farlo dalla notte dei tempi. Che crediate o meno all’esistenza di sostanze che possano incidere e migliorare la vostra vita sessuale, è stato pubblicato uno studio universitario a suffragio delle vere potenzialità di tre sostanze naturali. Tale ricerca approfondita su un centinaio di sostanze, eseguita dallo staff di Massimo Marcone, nel dipartimento di scienze degli alimenti di Guelph in Canada, dimostrerebbe reali proprietà afrodisiache in una radice, una spezia ed una terza sostanza estratta da un albero presente nel continente africano. Tempo addietro parlammo del cibo come afrodisiaco, ora vogliamo approfondire il discorso. Vediamo di prendere in esame alcuni aspetti dei veri o presunti afrodisiaci, e poi ritornare a parlarvi delle conclusioni dello studio Canadese su tali sostanze.

Cibo afrodisiaco
Se ne parla molto. Vi sono persino interi libri di ricette che favoleggiano prestazioni da urlo consumando pasti a base di aragosta, ostriche, persino merluzzo o uova. La verità è che abbuffarsi di questi cibi non avrà alcun effetto benefico sul rapporto intimo, salvo un effetto placebo se avrete la ferma convinzione che tali alimenti vi possano aiutare in tal senso. Possiamo però spezzare una lancia a favore del peperoncino. Questo ha proprietà vasodilatatrici e aiuterebbe la circolazione periferica, perciò anche l’afflusso di sangue al pene. Ma approfondiremo le proprietà del peperoncino in campo sessuale in un articolo dedicato.

Afrodisiaci, i grandi bocciati
Secondo lo studio del dottor Marcone, il cioccolato, che tanto ha fatto parlare di se per il presunto potere afrodisiaco, non avrebbe alcun effetto benefico sull’eccitazione fisica. Può certo aumentare endorfine e serotonina nell’organismo, questo è provato, ma queste sostanze del benessere, o droghe naturali dell’organismo, non hanno nessun legame con l’aumento della libido. Altro presunto afrodisiaco è l’alcol. Il suo unico effetto è quello di abbattere le inibizioni e perciò dare la parvenza di migliorare l’eccitazione, in realtà è una sostanza insidiosa poiché basta eccedere di poco che l’erezione e la performance sessuale può essere compromessa. Questo perché i segnali del piacere via impulsi neuronali vengono rallentati. Altre sostanze naturali come noce moscata, zenzero, aglio e chiodi di garofano hanno mostrato un aumento della foga sessuale negli animali, ma nell’uomo non esistono prove significative ad appannaggio di questa tesi. Si invita alla cautela sul loro consumo come afrodisiaco, se consideriamo per esempio che la noce moscata in grosse quantità risulta persino tossica per l’organismo. Il dottor Marcone, parlando di queste ultime sostanze, afferma che necessitano maggiori studi mirati per comprendere i loro reali effetti sull’uomo.

Zafferano, Ginseng e…
La ricerca dell’equipe canadese sugli afrodisiaci naturali ha stilato una lista dei vincitori. I migliori “aiuti” naturali per la sessualità umana sono tre più una riserva. Sul gradino più alto del podio troviamo il ginseng, stimolante naturale che possiede molti altri effetti benefici sull’organismo. Il secondo posto se lo guadagna lo zafferano, che normalmente utilizziamo in cucina per l’aroma ed il colore che dona ai piatti, ma che ha ben altre proprietà a quanto pare. La medaglia di bronzo va alla più sconosciuta yohimbina, una sostanza naturale estratta dallo yohimbe, albero che cresce nella zona accidentale dell’Africa. Ma non basta. Una quarta e quinta sostanza si guadagnano la medaglia di “latta” a pari merito. Pare infatti che la “muira puama” (pianta che si trova in Brasile) e la radice di Maca (pianta di senape originaria delle Ande), abbiano una pregevole azione sull’aumento del desiderio sessuale.

Avvertenze
Per quanto tutte le sostanze in questione siano di origine naturale, si invita alla prudenza. Tali sostanze vanno consumate in quantità indicate da un esperto del settore fitoterapico. Queste infatti sono veri e propri farmaci fitoterapici e se assunti in dosi eccessive possono portare a serie conseguenze per l’organismo. Si basti pensare che eccedere con le quantità di ginseng può portare ad ansia, insonnia, irritabilità, mal di testa. Altro esempio lo zafferano, seppure sia usato normalmente in cucina in piccole quantità, ad alte dosi (10 g) ha proprietà abortive ed è sconsigliato in gravidanza, mentre in quantità che si aggirano sui 20g diventa letale. Quindi prudenza prima di tutto e rivolgersi sempre ad un esperto erborista per posologia e quantità consigliate.


condividi incontri su facebook Aiutaci a crescere e migliorare. Condividi l'articolo su Facebook

condividi incontri su twitter Per darvi un servizio migliore. Condividi l'articolo su Twitter





I migliori articoli di Intimità e consigli

Alcuni degli articoli più letti. Ritenuti di particolare rilevanza dagli utenti



Incontri extraconigali e tradimenti senza timori d'essere scoperti Uomini maturi e di successo, belle ragazze e giovani donne Avventure extraconiugali e scappatelle in tutta sicurezza Scambio coppia, coppie che cercano altre coppie, singoli o singole e viceversa Belle donne mature in cerca di avventure, toy boy curiosi e signore sposate o separate Donne e Uomini Taglie XL, Ragazze formose con seni enormi
XHTML Valido 1.0 Strict     CSS Valido 2.1