Sole e Sicilia. Da Ragusa Ibla a Modica, dal mare cristallino alle specialità siciliane


Ragusa, Modica, scorci barocchi di Sicilia

Sole e Sicilia. Da Ragusa Ibla a Modica, dal mare cristallino alle specialità siciliane

Ragusa Ibla e Modica, la Sicilia da visitare - Plugin flash mancante

Per il suo mare, per il suo clima caldo, per i suoi agrumi e per i suoi imponenti resti storici, la Sicilia è già meta fortunata di tutte le età ed estrazioni sociali. Quando però si tratta di esplorare l’entroterra, spesso e volentieri una blanda informazione preclude a coppie e gruppi di amici in vacanza, spettacoli di cultura e folclore notevoli. Un esempio di città che ben può offrire a chi la visita queste meraviglie è Ragusa. Ragusa è la più giovane provincia siciliana, che vede nella sua storia tanto di quel fasto ed orgoglio cittadino che all’epoca della sua fondazione addirittura sorsero due città, adiacenti, con lo stesso nome. Infatti la ricostruzione del luogo portò alla nascita contemporanea di Ragusa Ibla, popolata per lo più dagli appartenenti alla vecchia e conservatrice nobiltà locale, e Ragusa Superiore, dove si stanziarono i membri della più fervente ma meno ricca borghesia.

RAGUSA: FESTE, SOLE, MARE E SPECIALITA' ENOGASTRONOMICHE

Anche se oggi Ragusa è dunque una realtà unita a livello urbanistico, le differenze architettoniche, ma anche semplicemente nei materiali utilizzati per la costruzione e nelle opere architettoniche disseminate per le strade, sono visibili anche a chi non è proprio un intenditore. La zona iblana, che ancora conserva il suo nome, è sfacciatamente fastosa e barocca, ciò che resta di Ragusa superiore invece, localizzabile sulla e intorno alla collina di Prato, è più lineare, pulita e funzionale. Il popolo ragusano è sempre stato, come buona parte degli abitanti delle provincie meridionali, fortemente cattolico, e molto devoto ai santi.

In particolare San Giorgio, che è protettore della città, ancora oggi è protagonista indiscusso di un evento popolare molto sentito. Si tratta della Festa di San Giorgio di Ragusa, che si tiene puntualmente ogni anno, nell’ultima domenica di Maggio. Per l’occasione la città si addobba a festa con fiori, decorazioni varie e tante luminarie. Anche l’interno della chiesa dedicata al santo non resta indenne da questa aria festaiola colorandosi di nastri e composizioni floreali di grande pregio. Il clou della festa è data in verità dalla processione della statua del santo. Questo manufatto è artisticamente molto pregevole e, essendo intagliato interamente nel legno del ciliegio, risulta, nonostante i vestimenti da cavaliere e la lancia di metallo che porta con se, piuttosto leggera da portare. E’ questo il motivo per cui, durante la processione, i portatori a spalla della statua possono permettersi di cantare e muoversi al tempo di danza, incitati dalla folla gioiosa. Addirittura, seguendo il ritmo di bande o fanfare, San Giorgio viene lanciato in aria e ripreso in spalla con una coordinazione perfetta di movimenti e giravolte. Ecco perché i ragusani, e i turisti che hanno il piacere di assistere allo spettacolo, ricordano la statua chiamandola ballerina.

Ragusa è anche conosciuta come la città dei cento pozzi. Le sue fondamenta infatti sono letteralmente “bucherellate” da antiche cisterne che poi sono visibili in grandi piazze come in piccoli vicoletti sperduti. La leggenda narra che fossero in realtà canali ci comunicazione da cui il diavolo potesse venire tra i ragusani, direttamente dal centro della terra, indicato come l’inferno, a tentare le giovani donzelle ed a crear danno tra i cavalieri. Questa scusa, utilizzata spesso dai giovani ragusani per giustificare marachelle e “fuitine” potrebbe tornare utile con la dolce metà durante il vostro viaggio a Ragusa. Dal punto di vista turistico, la città si sta sviluppando di recente, e attualmente ricopre circa il 10% del flusso turistico della Sicilia. Ragusa può contare su un flusso di visitatori abbastanza costante tutto l’anno, data l’elevata quantità di risorse artistiche legate al territorio. Nel periodo estivo la maggiore affluenza turistica si riversa nella frazione di Marina di Ragusa, famosa per discoteche, locali notturni e negozi, una delle località balneari più attive della regione. Il turismo enogastronomico oltre a quello balneare è fiorente, infatti Ragusa è la provincia siciliana con il maggior numero di prodotti agroalimentari tipici e tutelati da marchio d’origine protetta. Degustare specialità del luogo è quindi una delle occupazioni più ghiotte di chi va a visitare questa città.

MODICA E IL CIOCCOLATO

Dulcis in fundo, ed è proprio il caso di dirlo, parlando di Ragusa non possiamo dimenticarci di segnalare la città di Modica, che dista pochi kilometri, il cui solo nome porta i più golosi a sognare meraviglie di puro cioccolato artigianale di Modica appunto. In questa cittadina, patria del cioccolato, viene ancora lavorato a freddo, con il metodo antichissimo, e anche piuttosto lento, del sale. Chi ha assaggiato almeno una volta nella vita il cioccolato di Modica se lo porta nel cuore. A tal proposito, se vi trovate da quelle parti verso inizio dicembre, fate in modo di fare un salto a Chocobarocco, manifestazione che si tiene, sempre a Modica, a inizio dicembre con laboratori aperti a tutti i partecipanti, musica, stand gastronomici e sperimentazioni sensoriali e “cioccolattose” di tutti i tipi.


condividi incontri su facebook Aiutaci a crescere e migliorare. Condividi l'articolo su Facebook

condividi incontri su twitter Per darvi un servizio migliore. Condividi l'articolo su Twitter





I migliori articoli di Idee Viaggio

Alcuni degli articoli più letti. Ritenuti di particolare rilevanza dagli utenti



Incontri extraconigali e tradimenti senza timori d'essere scoperti Uomini maturi e di successo, belle ragazze e giovani donne Avventure extraconiugali e scappatelle in tutta sicurezza Scambio coppia, coppie che cercano altre coppie, singoli o singole e viceversa Belle donne mature in cerca di avventure, toy boy curiosi e signore sposate o separate Donne e Uomini Taglie XL, Ragazze formose con seni enormi
XHTML Valido 1.0 Strict     CSS Valido 2.1