Aumentare l’afflusso di sangue nel pene aumenta turgore, dimensioni del membro e piacere


Un erezione da record

Aumentare l’afflusso di sangue nel pene aumenta turgore, dimensioni del membro e piacere

spingere al massimo la tensione erettile del pene

L’erezione è uno dei meccanismi più perfetti e complessi dell’uomo. In questo articolo vedremo di dare qualche consiglio pratico per aumentare il turgore del membro eretto. Avete capito bene. Non promettiamo l’impossibile come molte terapie o farmaci miracolosi che garantiscono addirittura di ingigantire il pene, ma aumentare la tensione erettile si può, e la conseguenza è un erezione differente a quella che conoscete, più energica, anche dal punto di vista della dimensione effettiva del membro eretto. La percezione della donna al nuovo “vigore” del pene eretto e superturgido sarà sbalorditivo. Non vi sembri strano perciò leggere negli occhi della compagna un espressione piacevolmente sorpresa.

Quello a cui vogliamo arrivare è ottenere un turgore maggiore del membro. Chiamiamola “supererezione”, anche se non esiste una terminologia per definire questo stato del pene. Quel che possiamo dirvi è che le dimensioni che assumerà il vostro pene si spingeranno al loro massimo. Durante l’approccio amoroso e l’eccitazione, avviene l’erezione del membro maschile. Questa erezione può essere più o meno, diciamo così, “consistente”, a seconda di alcuni fattori quali, età, prestanza fisica e stato di forma del soggetto, stato di salute e livelli di stress (importanti le ore di sonno che si fanno, il tipo e la quantità di lavoro giornaliero). E fin qui nulla di nuovo. Quindi a che pro fare quella lista? Semplice, chiunque voglia avere un rapporto sessuale almeno nella norma, deve come prerogativa, trattare bene il proprio corpo. Se non siamo più dei ragazzi di vent’anni e nello stile di vita inseriamo stress eccessivo, fumo di sigaretta, alcol (che non sia solo il salutare bicchiere di vino a pasto), sovrappeso o addirittura obesità, stato di forma molto trascurato, alimentazione sbagliata, tutti questi elementi contribuiranno a peggiorare l’erezione.

La premessa era necessaria perché se il vostro stato fisico è pessimo i risultati non saranno gli stessi di chi ha un corpo trattato meglio. Ma passiamo a quello che, con tutta probabilità, è l’unico motivo per cui avete iniziato la lettura di questo articolo: come potenziare l’erezione del pene. In se il concetto è semplice. Durante un rapporto cercate di rilassarvi, prendete le cose con calma, fate capire alla vostra compagna che vorreste provare qualcosa di nuovo, magari accennatele di cosa si tratta. Importante: concedetevi tutto il tempo necessario. Pensare di provare questa esperienza, mettendosi a letto alla sera se la mattina dopo si scende alle 6:30 per andare a lavorare è impensabile. Meglio concedersi questo "gioco" nel weekend, lontano da stress ed impegni. Ma torniamo a noi. Iniziate l’approccio sessuale e spingetevi come tutte le volte avanti nel rapporto, ma abbiate cura di rallentare quando il piacere sta aumentando eccessivamente. Non dovete nel modo più assoluto permettere che inizi l’orgasmo, se perdete anche poco il controllo e si ha un inizio di stimolo eiaculativo tutto andrà a monte.

Se nel frattempo la vostra compagna sta per raggiungere l’apice del piacere e voi sentite che riuscite a non perdere il controllo, non fermatevi, se è lei a raggiungere l’orgasmo tanto meglio, ma voi statene alla larga. Respirate profondamente e rallentate, o addirittura immobilizzatevi quando non ce la fate più. Andate avanti così. Il rapporto si potrà protrarre più a lungo del solito, dato che non concedete al vostro corpo di lasciarsi andare all’eiaculazione. Non trattenete il piacere e lo stimolo orgasmico in modo fisico, con il controllo della ghiandola prostatica, perchè può essere dannoso, e causare infiammazioni. Questa tecnica è indicata dalle correnti di pensiero taoiste (tra le cui arti troviamo lo yoga), correnti del "controllo attivo". Noi dobbiamo invece sublimare il piacere e fare che non ci travolga. Aprite la mente e rilassatevi, respirando profondamente e rallentando il ritmo. Un consiglio utile, date la preferenza a posizioni che vi mettano nella situazione di fermarvi, la donna sovrastante non è una buona idea, meglio che sia l'uomo a "guidare".

Dopo un certo periodo di tempo, variabile a seconda del soggetto, il corpo giungerà ad una sorta di risoluzione spontanea. L’erezione si indebolirà fino a scemare. Va tutto bene, fate che questo avvenga. La sensazione non sarà la spossatezza del dopo orgasmo. Se anche avvertirete un pò di stanchezza avrete una grande energia ed eccitazione interna, poiché l’energia (se vogliamo chiamare così l’eccitazione) è stata risparmiata e non fatta esplodere. La vostra lei potrà aver raggiunto o meno l’orgasmo, a seconda se vi siete fermati sul più bello. Tranquillizzatela. L’orgasmo se non si raggiunge prima, si raggiungerà poi. Prendetevi del tempo per rilassarvi, parlate, giocate fra di voi, restate abbracciati, mangiate se avete un po’ di languore o riposate se sentite che dieci minuti di sonno vi possono giovare. Lasciate passare il tempo fisiologico di recupero, non provate ad approcciarvi subito, non funzionerebbe e sarebbe controproducente.

Quando sentite di esservi riposati ed aver recuperato le forze, anche se di energie dovreste averne ancora molte se vi siete tenuti lontani dal raggiungimento dell’apice del piacere, potete riprendere l’approccio con la vostra partner (o il vostro partner se siete una coppia omosessuale). Questo secondo approccio sarà molto diverso dal precedente, il turgore dei tessuti del pene sarà spinto al massimo, l’afflusso di sangue (che va riempire i corpi cavernosi del membro) sarà ottimale e superiore alla norma. L’erezione risultante sarà più energica di quella sperimentata in precedenza. Un sorta di stato di supereccitazione vi darà un volume erettile maggiore di quel che siete abituati a vedere. La vostra compagna lo avvertirà subito, statene certi.

Poche controindicazioni, se così le vogliamo chiamare. Questo stato del membro, legato alle percezioni interne della vostra compagna, ed al fatto che avete trattenuto l’orgasmo il rapporto avuto in precedenza potranno portarvi ad una situazione di eccessiva eccitazione, e quindi ad un eiaculazione in breve tempo. La regola è la stessa, rilassatevi e godetevi questo momento con calma, vedrete che con l’esercizio potrete rimanere in una situazione di equilibrio preorgasmico senza superarlo, con un piacere sessuale moltiplicato. Le spinte pelviche del pene così turgido, potranno anche essere anche meno energiche, morbide e profonde, ma causeranno una pressione molto forte sul clitoride ed una sensazione di riempimento della vagina superiore ai vostri normali rapporti. Ora potete godervi un rapporto mai sperimentato, provare per credere.

E’ possibile ripetere l’operazione descritta in precedenza una seconda volta (quella del rimandare l’orgasmo) e vedere fino a dove potete spingervi, ma meglio non esagerare. Infatti un'altra controindicazione può essere l’eccessiva tensione testicolare e dolore associato alla mancata eiaculazione. Insomma rimandare l’eiaculazione, sublimando il piacere e garantendolo più a lungo, è una tecnica descritta anche in molti testi, come nel libro "Tantra, spiritualità e sesso" di Osho, ma dobbiamo abituarci pian piano a questo tipo di sessualità, specie se non siamo avvezzi a praticarla. Se qualcosa non va per il verso giusto, come il verificarsi di un mezzo orgasmo, o il non riuscire a controllare il piacere durante l’orgasmo della vostra compagna, nulla di grave, potrete sempre riprovare la prossima volta. Non accanitevi, se non riuscirà un giorno, riuscirà la volta successiva, avete tutto il tempo.


condividi incontri su facebook Aiutaci a crescere e migliorare. Condividi l'articolo su Facebook

condividi incontri su twitter Per darvi un servizio migliore. Condividi l'articolo su Twitter





I migliori articoli di Hotzone

Alcuni degli articoli più letti. Ritenuti di particolare rilevanza dagli utenti



Incontri extraconigali e tradimenti senza timori d'essere scoperti Uomini maturi e di successo, belle ragazze e giovani donne Avventure extraconiugali e scappatelle in tutta sicurezza Scambio coppia, coppie che cercano altre coppie, singoli o singole e viceversa Belle donne mature in cerca di avventure, toy boy curiosi e signore sposate o separate Donne e Uomini Taglie XL, Ragazze formose con seni enormi
XHTML Valido 1.0 Strict     CSS Valido 2.1